Associazione Specializzata di Razza riconosciuta dall'Ente Nazionale della Cinofilia Italiana

Archivio News

Cuccioli sprovvisti di pedigree: avvertenza importante

04/09/2018

Avvertenza importante per i futuri proprietari di un cucciolo di “Rhodesian Ridgeback”: un cane sprovvisto di pedigree (o certificato genealogico) emanato dall’ENCI - o da altro Kennel Club riconosciuto (e quindi iscritto nel relativo Libro Origini) - non può essere considerato un “cane di razza” né venduto come tale.

Per la legislazione italiana la vendita di cani proposti come “di razza”, senza che questa qualità sia attestata dal pedigree, è vietata dal Decreto Legislativo n. 529 del 30 dicembre 1992.
Vi invitiamo pertanto a diffidare da chi propone in vendita un cucciolo “di razza“ senza pedigree o con un notevole rincaro per ottenere il pedigree: il certificato genealogico infatti segue il cucciolo per diritto, qualora nato da genitori iscritti in un Libro Origini Riconosciuto: l’allevatore serio lo considera come parte integrante del prezzo di vendita del cucciolo e non chiederà mai una maggior differenza consegnarlo.
Le tariffe previste per ottenere il pedigree sono riportate sul sito ufficiale dell’ENCI (www.enci.it).

Sottolineiamo che un cane sprovvisto di pedigree emanato dall’ENCI (o da altro KC riconosciuto) non può essere considerato un “cane di razza”, anche se morfologicamente simile: non potrà partecipare alle manifestazioni ufficiali (esposizioni, prove di lavoro, etc); sarà inoltre ben difficile, se non impossibile, che un allevatore accetti di accoppiare il proprio cane con un soggetto privo di certificato genealogico e su cui non si hanno notizie verificabili circa la corretta selezione e le origini. E in ogni caso i cuccioli eventualmente prodotti da un tale accoppiamento non potrebbero essere automaticamente iscritti al Libro genealogico.

Solo il certificato genealogico garantisce che l’iscrizione del cane sia avvenuta secondo le procedure che scaturiscono direttamente dalla normativa emanata per decreto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.
In Italia viene emesso e stampato esclusivamente nella sede centrale dell’ENCI e viene spedito all’allevatore o alla Delegazione ENCI di competenza territoriale del nuovo proprietario del cucciolo, se questo viene indicato all’atto della presentazione della domanda di iscrizione.

Sede legale: c/o ENCI - V.le Corsica, 20 - 20137 Milano - CF. 97209800156 - Email: segreteria@rrci.it